Serbia: missione imprenditoriale con Regione Lombardia. Belgrado, 3-5 dicembre 2023

Confindustria Lombardia, in collaborazione con Confindustria Serbia, organizza una missione imprenditoriale con la possibilità di effettuare incontri B2B in Serbia dal 3 al 5 dicembre 2023. Adesioni entro il giorno 20 novembre.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della missione della Regione Lombardia in Serbia, nonché di un protocollo d’intesa in essere tra Confindustria Serbia e Camera di Commercio della Vojvodina. Gli incontri B2B tra imprese lombarde e imprese serbe saranno tenuti a Novi Sad, la capitale della provincia della Vojvodina.

I settori focus della missione saranno:

  • l'agri-tech e l'agroalimentare;
  • la sanità;
  • la transizione verde;
  • i progetti infrastrutturali.

Perchè la Serbia

Secondo i dati pubblicati dall'Ente nazionale di Statistica serbo, nel 2022 il commercio estero della Serbia è stato pari a 66,6 miliardi di euro, in aumento del 31,1% rispetto all'anno precedente. Le esportazioni serbe verso il resto del mondo hanno superato i 27,6 miliardi di euro, con una crescita del 26,3% rispetto al 2021, mentre le importazioni hanno raggiunto i 39 miliardi di euro, segnando un aumento del 34,8%.

Per quanto riguarda l’interscambio bilaterale con l'Italia, esso ha fatto registrare la cifra record di quasi 4,6 miliardi di euro (+10,5% rispetto al 2021), con 2,58 miliardi di export italiano (6,6% dell’import totale della Serbia) e circa 2 miliardi di import italiano (8,4% dell’export totale della Serbia).

L’Italia è stata il terzo partner commerciale della Serbia e, nel dettaglio, quarto Paese fornitore (preceduta da Cina, Germania e Fed. Russa) e terzo Paese acquirente (dopo la Germania e la Bosnia-Erzegovina). Le esportazioni italiane verso la Serbia sono cresciute del 12,2%, mentre le esportazioni serbe verso l'Italia hanno registrato un +8,3%. Dati, questi, molto significativi che testimoniano la dinamicità e la vivacità degli scambi commerciali tra i due Paesi.

L'Italia è uno dei più importanti investitori nel Paese. La presenza di imprese italiane si concentra in diversi settori strategici, tra cui l’energia, l’agricoltura, la finanza e l’industria tessile. Nello specifico, circa 1200 aziende italiane sono attive nel Paese, impiegando 50.000 dipendenti e contribuendo per il 5,5% del PIL nazionale serbo. Secondo i dati dell'Agenzia per lo sviluppo della Serbia (RAS), l’Italia rappresenta anche uno dei primi investitori esteri in Serbia.

Fra i principali settori di attività delle imprese italiane nel Paese, oltre a quello energetico con Fintel Energjia e dell’automotive con Stellantis (che ha promosso la riconversione del suo storico impianto FIAT nella città di Kragujevac, con un nuovo modello di auto elettrica che verrà prodotto a partire dal 2024), grande rilievo hanno anche il bancario (Intesa Sanpaolo – prima banca in Serbia - e Unicredit detengono il 27,1% del mercato locale), assicurativo (Generali – seconda compagnia del settore in Serbia - e UNIPOL SAI-DDOR detengono il 32% del mercato serbo), tessile (Gruppo Benetton, Calzedonia, Pompea e Golden Lady) e agricolo (Ferrero).

In prospettiva, un settore che presenta interessanti opportunità è l'IT. Ad oggi, la Serbia genera circa il 10% del proprio PIL dal settore ICT, ove operano oltre 3.300 aziende che impiegano oltre 47.000 persone. Nel 2022 l'export del settore IT ha fatto registrare una crescita del 45% rispetto al 2021, toccando i 2,6 miliardi di euro.

Inoltre, ottime opportunità potranno derivare dal rafforzamento del partenariato economico bilaterale, soprattutto nei settori delle infrastrutture, l’ambiente e l’energia, le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale, l’agri-tech.

Modalità di definizione dell’agenda B2B

Le aziende aderenti dovranno compilare il company profile allegato sulla base del quale verrà effettuata un’analisi di prefattibilità per verificare la presenza di domanda e offerta locale.

Una volta verificato l'interesse, verrà definita un’agenda personalizzata di incontri per le imprese italiane che li avranno richiesti. 

Come partecipare

Per partecipare è necessario trasmettere entro il 22 novembre il “company profile” debitamente compilato a assolombardaestero@assolombarda.it.
Quest’ultimo è funzionale a individuare i partner d’interesse per l’impresa e a garantire la corrispondenza del settore con le controparti serbe.

Prenotazioni logistiche

Le aziende partecipanti sono invitate ad attendere comunicazione da parte degli organizzatori in merito all’esito della pre-analisi di mercato prima di procedere con le prenotazioni aeree e alberghiere.
Con successiva comunicazione verrà inviata una proposta di viaggio.

È prevista la possibilità di partecipare alle visite presso il BioSense e il Parco Scientifico e Tecnologico insieme al presidente Fontana e alla delegazione istituzionale previste per il 4 dicembre. In questo caso è necessario che le imprese arrivino a Belgrado il 3 dicembre in serata.

Ad ogni azienda partecipante è richiesto un contributo di 500 € per la definizione dell'agenda dei b2b, la copertura dei costi di segreteria organizzativa, la trasferta Belgrado – Novi Sad – Belgrado, i pasti durante le due giornate lavorative, stampa e distribuzione materiale stampato nel corso dell'evento.

La quota non comprende:

  • le spese di viaggio (volo A/R Milano/Bergamo – Belgrado);
  • le spese di sistemazione alberghiera;
  • l'assistenza linguistica ovvero l'interpretariato nel corso dei b2b (su richiesta, il costo del servizio in oggetto è 40 euro/ogni ora);
  • il trasferta aeroporto – albergo e albergo – aeroporto.

Contatti

Area Internazionalizzazione e Commercio Estero di Assolombarda, Anna Gigliola, tel. 02 58370.452, e-mail anna.gigliola@assolombarda.it o Selena Pizzocoli, tel. 039 3638237, e-mail selena.pizzocoli@assolombarda.it.

Appuntamenti
5 Mar

Canada: aperitivo di networking tra imprese e diplomazia

hh 17:00 - 19:30

6 Mar

CBAM: istruzioni operative per la rendicontazione

hh 14:30 - 16:00

12 Mar

Classificazione doganale delle merci

hh 15:00 - 16:30

19 Mar

Stati Uniti: incontri a Milano con gli Stati USA (programma SelectUSA a supporto degli investitori stranieri)

hh 09:45 - 17:30

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

Imprese e mercati: opportunità e sfide per il Made in Italy - Focus Golfo. Incontro, 1 dicembre 2023

Imprese e mercati: opportunità e sfide per il Made in Italy - Focus Golfo. Incontro, 1 dicembre 2023

Export e nuove bollette doganali: le novità che coinvolgono le imprese esportatrici. Webinar, 17 novembre 2023

Export e nuove bollette doganali: le novità che coinvolgono le imprese esportatrici. Webinar, 17 novembre 2023

Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica
[Thomas Edison]
Risparmio

Se stai leggendo questa frase significa che non stai navigando da qualche minuto e questa modalità di risparmio energetico ti permette di consumare meno quando sei inattivo.

Alle volte per fare bene basta un piccolo gesto: perché anche il poco, giorno dopo giorno, diventerà molto.

Fare impresa sostenibile è il nostro impegno di responsabilità:
significa creare valore per le generazioni future, per gli stakeholder e per l’ambiente.

Assolombarda