Origine preferenziale: linee guida dell'Agenzia delle Dogane

Con la Nota n.125912 del 27 dicembre 2018 l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli detta le linee guida sull'attribuzione e la gestione dell'origine preferenziale.

La Nota offre ad imprese ed operatori uno strumento di primo orientamento sul tema dell'origine preferenziale; analizza il tema dal punto di vista dell'inquadramento normativo ma, data la natura divulgativa, non ha la pretesa di fornire istruzioni per ogni possibile caso di applicazione e gestione delle regole e delle procedure per l'attribuzione dell'origine preferenziale.

Alla base dell'indicazione dell’origine preferenziale c'è un accordo commerciale che l'Unione Europea ha sottoscritto con paesi, o gruppi di paesi, terzi in base al quale, allo scambio di determinati prodotti riconosciuti come originari di uno dei paesi contraenti, viene riservato un trattamento preferenziale bilaterale con regime di reciprocità. In altre tipologie di accordi, invece, il trattamento preferenziale è previsto come unilaterale, senza regime di reciprocità, ed è concesso di solito dalla UE a paesi terzi in condizioni economiche svantaggiate o a paesi terzi meno sviluppati

La struttura di questi accordi commerciali risulta in genere complessa, trattandosi di testi giuridici che coprono differenti settori di attività.

Tuttavia, essi hanno in comune un certo numero di principi fondamentali e la regolamentazione delle norme di origine è inserita  in una apposita sezione, comune in tutti i tipi di accordi, definita “Protocollo relativo alla definizione della nozione di prodotti originari e ai metodi di cooperazione amministrativa” (più sinteticamente “protocollo origine”).
Nel protocollo vengono enunciate le regole comuni ad ogni regime preferenziale e sono stabiliti i criteri ed i requisiti necessari, la cui concreta sussistenza deve essere verificata e accertata, per poter attribuire l’origine preferenziale a ciascun prodotto in base alla sua classificazione doganale nel Sistema Armonizzato - SA, con conseguente applicazione dei benefici tariffari previsti e riconoscimento delle agevolazioni daziarie nel paese partner o nei paesi partner di destinazione.
In sostanza, le regole di lista (note anche come regole di origine specifiche del prodotto) descrivono la lavorazione o la trasformazione che i materiali non originari devono subire affinché il prodotto finale possa ottenere lo status originario preferenziale. Ogni accordo preferenziale contiene le proprie regole di lista.

Sebbene ad una prima lettura nei protocolli di origine si possa notare una certa ripetitività nelle regole e procedure, ai fini dell’effettiva attribuzione dell’origine preferenziale ai prodotti è importante valutare in modo analitico le disposizioni contenute nell'accordo di specifico di interesse.
In particolare, l’attività di analisi e valutazione si deve focalizzare sulle specifiche regole di lista enunciate, per ciascun prodotto classificato nel SA, ed elencate negli “Allegati” ai protocolli origine.

Una visione completa di tutti gli accordi conclusi dalla UE con paesi terzi, comprensiva di tutti gli aggiornamenti via via apportati e dei relativi protocolli di origine è disponibile nel sito Commissione Europea, DG Fiscalità e Dogane al seguente link

Contatti

Area Rapporti Internazionali, Chiara Fanali, tel. 0258370.373 e-mail ; Giulia Repetto, tel 0258370.497 e-mail giulia.repetto@assolombarda.it, Selena Pizzocoli tel 0393638237 e-mail selena.pizzocoli@assolombarda.it

Azioni sul documento

Appuntamenti
18 Apr

Mercati esteri e aspetti legali: incontri one to one gratuiti

hh 09:30 - 17:30

10 Mag

Focus Arabia Saudita - Imprese e mercati: opportunità e sfide per il Made in Italy

hh 11:00 - 12:30

11 Giu

Export Compliance: gestire correttamente le operazioni doganali di esportazione

hh 15:00 - 16:30

10 Set

Origine della merce: origine preferenziale e non preferenziale

hh 15:00 - 16:30

8 Ott

Valore in dogana

hh 15:00 - 16:30

Classificazione doganale delle merci. Webinar, 12 marzo 2024

Classificazione doganale delle merci. Webinar, 12 marzo 2024

CBAM: istruzioni operative per la rendicontazione. Webinar,  6 marzo 2024

CBAM: istruzioni operative per la rendicontazione. Webinar, 6 marzo 2024

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica
[Thomas Edison]
Risparmio

Se stai leggendo questa frase significa che non stai navigando da qualche minuto e questa modalità di risparmio energetico ti permette di consumare meno quando sei inattivo.

Alle volte per fare bene basta un piccolo gesto: perché anche il poco, giorno dopo giorno, diventerà molto.

Fare impresa sostenibile è il nostro impegno di responsabilità:
significa creare valore per le generazioni future, per gli stakeholder e per l’ambiente.

Assolombarda