Origine non preferenziale delle merci/Made in: linee guide delle Dogane

L’Agenzia delle Dogane con la Nota prot. n. 70339/R del 16 luglio fornisce i criteri per la determinazione dell’origine non preferenziale delle merci (o origine commerciale), che ricordiamo essere rilevante anche ai fini dell’etichettatura «made in»

Informazioni

La Nota richiama le regole previste dal Codice doganale dell’Unione (CDU - Reg. UE 952/2013) e le relative disposizioni integrative (Regolamento delegato UE 2446/2015) per l’attribuzione dell’origine non preferenziale, i cui principi e disposizioni generali sono definiti dall’art. 60 del CDU.

In particolare, nel caso in cui due o più paesi/territori hanno contribuito alla realizzazione di un prodotto, il comma 2 dell'art 60 stabilisce che il prodotto è da considerarsi originario del paese in cui ha subito l’ultima trasformazione o lavorazione sostanziale ed economicamente giustificata, effettuata presso un’impresa attrezzata a tale scopo, che si sia conclusa con la fabbricazione di un prodotto nuovo o abbia rappresentato una fase importante del processo di fabbricazione.

Il concetto di trasformazione/lavorazione sostanziale viene però specificato solo per un numero limitato di prodotti, quelli cioè contenuti nell’allegato 22-01 del Regolamento Ue 2446/2015 per i quali viene dettata una regola primaria ed un residuale.

Per gli altri prodotti, di gran lunga la maggior parte e che di fatto non sono disciplinati per legge, l’Amministrazione Doganale invita ora a ricorrere alla posizione adottata dall’Ue in ambito OMC/WTO.

Sebbene infatti non ancora accolte in sede internazionale e di natura non vincolante, le regole di lista per prodotto ivi contenute fungono da supporto per gli operatori per la determinazione dell’origine non preferenziale.

Le Regole di lista sono consultabili su sito della Commissione europea al seguente link.

Contatti

Area Internazionalizzazione e Strategia d'Impresa, Chiara Fanali tel. 0258370.373,  Selena Pizzocoli, tel. 0393638237, .

 

Contenuti correlati

Azioni sul documento

Appuntamenti
18 Apr

Mercati esteri e aspetti legali: incontri one to one gratuiti

hh 09:30 - 17:30

10 Mag

Focus Arabia Saudita - Imprese e mercati: opportunità e sfide per il Made in Italy

hh 11:00 - 12:30

11 Giu

Export Compliance: gestire correttamente le operazioni doganali di esportazione

hh 15:00 - 16:30

10 Set

Origine della merce: origine preferenziale e non preferenziale

hh 15:00 - 16:30

8 Ott

Valore in dogana

hh 15:00 - 16:30

Classificazione doganale delle merci. Webinar, 12 marzo 2024

Classificazione doganale delle merci. Webinar, 12 marzo 2024

CBAM: istruzioni operative per la rendicontazione. Webinar,  6 marzo 2024

CBAM: istruzioni operative per la rendicontazione. Webinar, 6 marzo 2024

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

Intrastat: le regole per dichiarare le operazioni intracomunitarie. Webinar, 13 febbraio 2024 ore 10.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

CBAM: come rendicontare entro il 31 gennaio 2024. Webinar, 15 gennaio 2024, ore 11.00

Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica
[Thomas Edison]
Risparmio

Se stai leggendo questa frase significa che non stai navigando da qualche minuto e questa modalità di risparmio energetico ti permette di consumare meno quando sei inattivo.

Alle volte per fare bene basta un piccolo gesto: perché anche il poco, giorno dopo giorno, diventerà molto.

Fare impresa sostenibile è il nostro impegno di responsabilità:
significa creare valore per le generazioni future, per gli stakeholder e per l’ambiente.

Assolombarda