Legge di Bilancio 2023: le principali novità fiscali

Con la nota di aggiornamento allegata si analizzano le principali misure fiscali contenute nel provvedimento.

11 gennaio 2023

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge di Bilancio 2023 (Legge n. 197 del 29 dicembre 2022), dopo aver ottenuto il via libera definitivo alla Camera e al Senato.

Rimandando alla nota allegata per l’approfondimento di tutte le disposizioni di carattere fiscale, tra le principali novità si segnala:

  • l’estensione per il primo trimestre 2023 dei crediti d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas;
  • l’introduzione di un nuovo credito d’imposta del 36% per le spese sostenute in prodotti riciclati o derivati dalla raccolta differenziata della carta, dell’alluminio e del vetro;
  • il differimento del termine per la consegna dei beni strumentali 4.0 prenotati entro il 31 dicembre 2022;
  • lo slittamento dell’entrata in vigore della plastic e della sugar tax;
  • la proroga al 31 dicembre 2023 del credito di imposta quotazione PMI, del bonus investimenti nel Mezzogiorno e nelle Zone economiche speciali;
  • la riduzione al 5% (in luogo del 10%) dell’imposta sostitutiva sui premi di risultato agevolati ai sensi dell’art. 1, commi 182 e ss., della Legge n. 208/2015;
  • l’innalzamento a 85.000 euro della soglia di ricavi e compensi per beneficiare del regime forfettario e l’introduzione, per imprenditori individuali e professionisti, di una flat tax incrementale del 15% sulla differenza tra il reddito maturato nel 2023 e il maggiore dei tre anni precedenti.

 

Vengono, inoltre, riproposte le agevolazioni per l’assegnazione dei beni ai soci, la trasformazione in società semplice delle società commerciali, l’estromissione di immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa e la rideterminazione dei valori di acquisto dei terreni e partecipazioni.

Tra le misure di sostegno ai contribuenti, sono state introdotte alcune definizioni agevolate: la rottamazione dei ruoli, con riferimento ai carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, lo stralcio delle cartelle fino a 1.000 euro, la sanatoria delle irregolarità formali e degli omessi versamenti da atti di accertamento, il ravvedimento speciale per le dichiarazioni fino al 2021 e la chiusura delle liti fiscali pendenti.

In materia IVA, viene ridotta, dal 22% al 10%, l’aliquota sulle cessioni di pellet e viene estesa l’aliquota del 5% alle somministrazioni di gas metano usato per combustione per usi civili e industriali contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2023.

Infine, in materia di fiscalità internazionale, si segnala la reintroduzione del regime di deducibilità dei costi “black list”, la possibilità di affrancare gli utili delle partecipate a regime fiscale privilegiato e le modifiche alla territorialità delle plusvalenze su partecipazioni realizzate dai soggetti non residenti.

  

Contatti

Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti agli esperti del Settore Fisco e Diritto d'Impresa, tel. 0258370.267/308, fax 0258370334 e mail: fisc@assolombarda.it. Sede di Pavia, telefono 0382-37521, e-mail pavia@assolombarda.it

Le novità welfare del 2023: innalzamento della soglia dei fringe benefit e rimborso delle utenze domestiche

Le novità welfare del 2023: innalzamento della soglia dei fringe benefit e rimborso delle utenze domestiche

Le imprese italiane nello scenario competitivo interno e internazionale - Sessione Pomeriggio

Le imprese italiane nello scenario competitivo interno e internazionale - Sessione Pomeriggio

Le imprese italiane nello scenario competitivo interno e internazionale - Sessione Mattino

Le imprese italiane nello scenario competitivo interno e internazionale - Sessione Mattino

I nuovi obblighi del responsabile amministrativo tra verifica degli adeguati assetti e controllo da parte di amministratori e sindaci

I nuovi obblighi del responsabile amministrativo tra verifica degli adeguati assetti e controllo da parte di amministratori e sindaci