Programma Life: preparati alle nuove call 2024

Resta informato sull’attivazione e approfitta del pre-check progettuale gratuito per cogliere tutti i vantaggi del principale incentivo UE sulla lotta al cambiamento climatico e che non richiede un partenariato.

Sei interessato a verificare se il progetto delle tua azienda è adatto al bando LIFE?
-- clicca qui per richiedere il pre-check progettuale --

Vuoi rimanere aggiornato su questa news?
-- clicca qui --

Sommario 

Contesto e descrizione del Programma

Il Regolamento (UE) 2021/783 del Parlamento Europeo del 29 aprile 2021 ha istituito il nuovo programma per l'ambiente e l'azione per il clima (LIFE) per il settennato 2021-2027. Il nuovo programma perseguirà il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi stabiliti dalla legislazione e dalle politiche in materia di ambiente, clima ed energia in coerenza con il Green Deal europeo.

L’obiettivo del nuovo LIFE per il periodo 2021- 2027 consiste nel contribuire al passaggio a un’economia pulita, circolare, efficiente in termini di energia, climaticamente neutra e resiliente ai cambiamenti climatici. Per un quadro più completo sulle priorità e sui temi trattati in ciascun sottoprogramma Life vi suggeriamo di consultare il documento "List of priority topics for 2021-2024".

Ambiti e sottoprogrammi 

La dotazione finanziaria complessiva del programma è di 5,43 miliardi di euro. La quota è divisa su due settori principali, ambiente e azioni per il clima e, a sua volta, ripartita in sottoprogrammi legati ai due settori. 

Gli ambiti e sottoprogrammi che maggiormente interessano le imprese sono: 

  1. Ambiente: sottoprogramma "Economia circolare e qualità della vita (ENV)": l’obiettivo è facilitare la transizione verso un'economia sostenibile, circolare, priva di sostanze tossiche, efficiente dal punto di vista energetico e resistente ai cambiamenti climatici e a proteggere, ripristinare e migliorare la qualità dell'ambiente;
  2. Azione per il clima:
  • sottoprogramma "Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici (CCM)": l’obiettivo è la trasformazione dell'UE in una società climaticamente neutra e resiliente sostenendo l'attuazione della politica climatica complessiva dell'UE;
  • sottoprogramma "Transizione verso l'energia pulita (CET)": mira a facilitare la transizione verso un'economia efficiente dal punto di vista energetico, basata sulle energie rinnovabili, climaticamente neutra e resiliente finanziando azioni di coordinamento e sostegno in tutta Europa.

Tipologie di progetti ammissibili 

Una delle novità principali introdotte riguarda la presenza di diverse tipologie di progetto presenti per ciascun sottoprogramma. Le call for proposals si apriranno seguendo non solo il sottoprogramma ma anche la tipologia progettuale di ciascun sottoprogramma. Qui l'elenco dei progetti che interessano maggiormente le imprese:

  1. Progetti di Azione Standard (SAPs): perseguono gli obiettivi specifici del programma LIFE;
  2. Progetti Strategici Integrati (SIPs): attuano piani d'azione e strategie per l'ambiente e il clima elaborati dalle autorità degli Stati membri promuovendo la mobilitazione di altre fonti di finanziamento.

Soggetti ammissibili

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

  1. essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) di tutte le dimensioni;
  2. essere stabiliti in uno dei paesi ammissibili, cioè:
  • Stati membri dell'UE (compresi i paesi e territori d'oltremare);
  • paesi non-UE: i paesi del SEE e i paesi associati al programma LIFE (paesi partecipanti) o i paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l'accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione

3. il coordinatore deve essere stabilito in un paese ammissibile

Gli interessati potranno partecipare al programma applicando in forma singola o in partenariato.

Finalità dei progetti

Il Programma è aperto a diverse tipologie di proposte, che abbiano la finalità di sviluppare, dimostrare e promuovere tecniche, metodi e approcci innovativi per raggiungere gli obiettivi della legislazione e delle politiche dell’Unione in materia di ambiente, comprese le politiche per la natura e la biodiversità, e in materia di azione per il clima, tra cui quelle per la transizione verso le energie rinnovabili e l’aumento dell’efficienza energetica.

Interventi ammissibili

Di seguito riepiloghiamo gli interventi ammissibili con riferimento ai sottoprogrammi più rilevanti per le imprese:

Economia circolare e qualità della vita - Circular Economy, resources from Waste, Air, Water, Soil, Noise, Chemicals, Bauhaus
L'obiettivo è facilitare la transizione verso un'economia sostenibile, circolare, priva di sostanze tossiche, efficiente dal punto di vista energetico, resiliente al clima, nonché proteggere, ripristinare e migliorare la qualità dell'ambiente.

Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici - Climate Change Mitigation
Le aree di intervento riguardano, sinteticamente:
1. azioni per ridurre le emissioni di gas a effetto serra nei settori non coperti dal sistema di scambio di emissioni dell'UE, compresa la riduzione dell'uso di gas fluorurati a effetto serra e di sostanze che riducono l'ozono;
2. azioni che migliorano il funzionamento del sistema di scambio di emissioni e che hanno un impatto sulla produzione industriale ad alta intensità di energia e di gas serra;
3. aumentare la generazione e l'uso di energia rinnovabile e il miglioramento dell'efficienza energetica (nella misura in cui non sono coperti da bandi specifici del sottoprogramma Clean Energy Transition);
4. lo sviluppo di pratiche di gestione del territorio e del mare che hanno un impatto sulle emissioni e l'eliminazione delle emissioni, la conservazione e il miglioramento dei pozzi naturali di assorbimento del carbonio.

Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici - LIFE-2024-SAP-CLIMA-CCA - Climate Change Adaptation
Le aree di intervento riguardano, sinteticamente:
1.  sviluppo della politica di adattamento e strategie e piani di adattamento;
2. strumenti e soluzioni d'avanguardia per l'adattamento;
3. soluzioni basate sulla natura nella gestione del territorio, delle coste e delle aree marine;
4. adattamento delle città e delle regioni al cambiamento climatico;
5. impermeabilità al clima e resilienza di infrastrutture ed edifici;
6. soluzioni di adattamento per agricoltori, gestori forestali, gestori di Natura 2000 e altri gestori del territorio;
7. gestione dell'acqua;
8. preparazione agli eventi meteorologici estremi;
9. strumenti finanziari, soluzioni innovative e collaborazione pubblico-privato su assicurazione e dati sulle perdite.

Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici - LIFE-2024-SAP-CLIMA-GOV - Climate Governance and Information
Le aree di intervento riguardano, sinteticamente:
1. sostegno al funzionamento del Patto europeo per il clima;
2. incentivare il cambiamento comportamentale, la riduzione delle emissioni e le azioni di efficienza energetica e delle risorse;
3. attività di sensibilizzazione che affrontano le esigenze di adattamento e mitigazione;
4. attività legate allo sviluppo e all'implementazione delle azioni di Finanza Sostenibile;
5. monitoraggio e segnalazione delle emissioni di gas a effetto serra;
6. attuazione/ulteriore sviluppo dei piani nazionali 2030 per il clima e l'energia e/o delle strategie a lungo termine;
7. sviluppo e implementazione della contabilità dei gas serra e della mitigazione del cambiamento climatico nel settore dell'uso del suolo;
8. valutazione del funzionamento dell'ETS (Emissions Trading System) dell'UE;
9. creare capacità, sensibilizzare gli utenti finali e la catena di distribuzione delle apparecchiature per i gas fluorurati ad effetto serra;
10. monitoraggio della politica climatica, valutazione e valutazione ex-post.

La durata massima dei progetti è di 24 mesi.

Spese ammissibili e agevolazione prevista

Di seguito l’elenco delle spese ammissibili:

  • costi del personale coinvolto nel progetto (dipendenti, persone fisiche con contratto di lavoro diretto, dipendenti distaccati etc);
  • costi per viaggi e soggiorni, attrezzature (ammesso sia come costo intero, a determinate condizioni, che come quota di ammortamento), lavori e servizi;
  • altre categorie di costi come materiali di consumo, sostegno finanziario di terzi, acquisto di terreni, spese di informazione e divulgazione etc.;
  • costi di consulenza e servizi specialistici;
  • costi indiretti imputati forfettariamente nella misura del 7%.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese ammissibili in base alla priorità, al tema e al tipo di azione prescelti.

Criteri di valutazione dei progetti

I progetti verranno valutati tenendo conto di 4 criteri (award criteria):

  1. pertinenza: pertinenza del progetto a uno o più degli obiettivi specifici del programma LIFE e relativo sottoprogramma;
  2. impatto: sostenibilità dei risultati e credibilità degli impatti previsti durante e/o dopo il progetto dovuti alle attività. Possibilità di replica dei risultati del progetto negli stessi o in altri settori;
  3. qualità: chiarezza, pertinenza e fattibilità del piano di lavoro;
  4. risorse: composizione del team di progetto, adeguatezza e trasparenza del budget e delle risorse.

Call del 2024

L'agenzia esecutiva CINEA (European Climate Infrastructure and Environment Executive Agency) ha pubblicato le call 2024 con le relative date di apertura sul portale Funding & tender opportunities portal. Di seguito un riepilogo di tutti i bandi con le rispettive dotazioni finanziarie e date di chiusura degli sportelli:

  • Progetti d’azione standard: per i sottoprogrammi "Economia circolare e qualità della vita", circa € 80 milioni, con scadenza il 19 settembre 2024;
  • Progetti d’azione standard: per il sottoprogramma "Mitigazione e adattamento al cambiamento climatico", circa € 60 milioni, con scadenza il 17 settembre 2024.

Le suggeriamo di consultare anche la pagina ufficiale dedicata a questo programma, in particolare la sezione call for proposals.

Contatti

La invitiamo a richiedere on line un appuntamento oppure a contattare l’Area Credito e Finanza, , tel. 02.58370704, per maggiori informazioni su questa notizia; un confronto sugli incentivi disponibili; un’assistenza nella stima delle esigenze di liquidità, nella costruzione di business plan e nel dialogo con i finanziatori; un approfondimento sul supporto personalizzato di Assolombarda Servizi, che integra i servizi di Assolombarda con una consulenza specializzata.

Non sei associato e ti servono informazioni?

Contattaci

Azioni sul documento

Appuntamenti
2 Lug

Incentivi per la ricerca & sviluppo collaborativa in Regione Lombardia

hh 16:45 - 18:30

9 Set

Esploriamo insieme Bancopass: dai dati di bilancio ai report di analisi in pochi click

hh 11:00 - 11:45

9 Ott

Esploriamo insieme Bancopass: dalle analisi della Centrale Rischi al Check-up dell'Agevolato

hh 11:00 - 11:45

11 Nov

Esploriamo insieme Bancopass: il Check-up d'impresa

hh 11:00 - 11:45

4 Dic

Esploriamo insieme Bancopass: il Business Plan e il modello di presentazione aziendale

hh 11:00 - 11:45

Rendicontazione ESG: a che punto siamo?

Rendicontazione ESG: a che punto siamo?

Il nuovo “de minimis”: luci, ombre e gli impatti sul Fondo di Garanzia e sulle principali agevolazioni

Il nuovo “de minimis”: luci, ombre e gli impatti sul Fondo di Garanzia e sulle principali agevolazioni

Capitale di rischio: oltre il sentito dire

Capitale di rischio: oltre il sentito dire

Bando Ricerca&Innova

Bando Ricerca&Innova

Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica
[Thomas Edison]
Risparmio

Se stai leggendo questa frase significa che non stai navigando da qualche minuto e questa modalità di risparmio energetico ti permette di consumare meno quando sei inattivo.

Alle volte per fare bene basta un piccolo gesto: perché anche il poco, giorno dopo giorno, diventerà molto.

Fare impresa sostenibile è il nostro impegno di responsabilità:
significa creare valore per le generazioni future, per gli stakeholder e per l’ambiente.

Assolombarda